3^ lezione di comunicazione criminale

A cura de: L’ispettore Casu
Docente di Comunicazione Criminale a Bogart City

 

Anche oggi abbiamo il piacere di intervistare l’Ispettore Casu, Docente di
Comunicazione Criminale all’Università Di Strada e Vita di Bogart City. Allora Ispettore
l’estate avanza…

Avanza, danza e rimbalza, perché appena ci si illude che l’estate stia arrivando,
rimbalza sopra un temporale con tuoni fulmini e saette che in confronto Marte sembra
un piskellino.

Lei è andato a scomodare niente meno che il dio greco della guerra… esagerato.

Perché quando lui scomoda me con la richiesta di far liberare Giunone sua moglie
perché cerca di uccidere tutte le sue amanti?

Ma dai quella fa parte della Mitologia Greca…

Guardi che signora Greca abita vicino a casa mia e con lei ho anche un ottimo
rapporto storico.

Immagino… bello vedere un Ispettore che non si prende troppo sul serio.

Sul serio lei la pensa in questo modo? Mi fa piacere perché i miei alunni dicono che
sono troppo severo, ma se è vero che io i voti non li regalo, pretendo dedizione.

Sì, dedizione all’Arma.

Diciamo che l’arma bianca è quella che preferisco, perché quelle colorate non mi
danno sicurezza.

Va bene tutta questa pappardella, ma io le vorrei chiedere se per questa Estate ha
intenzione di fare qualcosa per questi venditori di cocco.

Benedetto ragazzo, il mio amico Efisio Cocco, mi aveva accennato al fatto che non se
la stesse passando molto bene, però io non pensavo che arrivasse al punto di vendersi, sa,
non è dignitoso…

Forse mi sono spiegato male…

No, lei si è spiegato benissimo, ed infatti, per questo motivo, contatterò il mio amico
Efisio per fargli prendere un’altra strada… va bene anche la 554 purché non sia nelle ore
di punta.

Ah e come mai?

Perché nelle ore di punta, lei passa il tempo a fare punta tacco, tacco punta con la
frizione ed il freno. Ma lei sa benissimo che io sto cercando di porre un freno alla
violenza dilagante.

Bene… facciamo finta… allora dei venditori di cocco che si trovano nelle spiagge, me
ne vuole parlare?

Poteva chiedermelo anche prima… allora un trucco usato dai venditori in spiaggia, è
quello di utilizzare delle frasi per distrarre la vittima, tipo: “cocco, cocco bello”; che poi
non capisco dove sta il bello? Perché secondo lei il cocco è bello da vedersi? Una palla
marron tutta pelosa: ma quale cocco bello?! Forse perché è bello da mangiare? Ma una
cosa da mangiare, tutt’al più sarà buona e non bella: bella scoperta!

Vedo che anche oggi la sua lezione è finita a tarallucci e vino.

Ma benedetto ragazzo lei invece come vede: pardule e cannonau?

Non bene.

E allora figuriamo a tarallucci e vino, tutta la notte a vomiti. Buon appetito.

Anche oggi vi abbiamo dato una lezione…

Adesso non esageri, le ho soltanto dato un buffetto sulla guancia.

Arrivederci alla prossima.

 

L’Ispettore Casu
Docente di Comunicazione Criminale a Bogart City

Related posts

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi l' informativa sui cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi